Scopri come prenderti cura al meglio del tuo nuovo piercing o dermal.

Alcune foto dei tipi piercing da me effettuati in studio.

La trasparenza alla base di tutto. Qui i prezzi di tutti i piercing eseguibili in studio.

Cura del piercing

Il tuo nuovo piercing consiste in una “ferita” unica e molto particolare per il tuo corpo.

A differenza di un taglio esterno, il tuo corpo non può formare una crosta per proteggere il foro da sporcizia, batteri e altri agenti patogeni.
Di conseguenza si rende necessario che tu sia davvero responsabile nel prenderti cura del piercing/dermal appena fatto, e che il tuo obbiettivo nei giorni e nelle settimane successive sia uno solo: tieni la ferita pulita così che
il piercing possa costituirsi con il suo sottile strato di pelle fresca, ma altamente protettiva, attorno al gioiello ( riepitelizzazione).

Prima di tutto, il giorno del piercing: lascia stare il foro!
Non sfregare, toccare, sfiorare o grattare il piercing appena fatto per nessun motivo.

DAL GIORNO STESSO FINO A COMPLETA GUARIGIONE:

  • Non toccare il piercing con le mani sporche, disinfetta le dita prima di ogni contatto.
  • Evita ogni contatto non necessario.
  • Evita piscine, sauna e simili fino a 4 settimane dopo il foro.
  • Meglio fare la doccia, evita la vasca il più possibile
  • Nessun contatto con fluidi corporei esterni come saliva, sudore o liquidi seminali.
  • Per i primi due giorni non assumere farmaci anticoagulanti (es: Aspirina, eparina, ecc.)
  • Non applicare inutili frizioni o pressioni sul foro
  • Non rimuovere la gioielleria durante il tempo di guarigione
  • Non sostituire il gioiello fino a completa guarigione

Prenditi cura del piercing/dermal.

Pulisci il tuo piercing una-due volte al giorno, preferibilmente al mattino e alla sera, per i primi 14 giorni.

  • Lava le mani con cura: mai toccare un piercing con le mani sporche!
  • Se una crosticina si forma attorno al foro, ammorbidiscila con acqua tiepida, dopodiché rimuovila con un panno che non rilasci pelucchi o residui.
    Pulisci sempre con un movimento dall’interno verso l’esterno, così che eventuali residui vengano espulsi e non assorbiti dalla ferita.
  • Applica generosamente il disinfettante (consigliato BiAlcool, Citrosil o Lisoform med – VIETATA acqua ossigenata) e lascialo agire per un breve periodo
  • Non rimuovere la gioielleria dal foro ma falla scorrere senza fatica da una parte all’altra.

Ricorda comunque di avere cura del piercing anche dopo la guarigione. La cura e la pulizia di un piercing guarito deve essere ovviamente parte delle tue pratiche di igiene quotidiana, per sempre.

Le seguenti circostanze che possano presentarsi successivamente alla foratura da piercing sono assolutamente accettabili e non dovrebbero causare alcuna preoccupazione se dovessero accadere.

Ricordiamo comunque che se qualunque di questi sintomi dovesse durare per più di cinque giorni, è preferibile consultarci telefonicamente per avere una consulenza immediata.

Dopo un piercing:

  • Il gonfiore è normale (raffreddare da sollievo).
  • La ferita può essere avvertita “calda” o leggermente dolorante.
  • Un leggero sanguinamento può capitare così come sensazione di prurito
  • Fluidi o liquidi corporei possono essere rilasciati dalla ferita.
    Potrete notare la secrezione di un fluido contenente plasma sanguigno, linfa e cellule morte. E’ un liquido denso, bianco-giallastro e forma seccandosi
    a contatto con l’aria una crosticina tra il gioiello ed il foro nella pelle. Non si tratta di pus ed indica che il piercing è in fase di guarigione.
    Una volta guarito, il piercing può secernere una sostanza maleodorante bianca e semisolida prodotta dalle ghiandole sebacee chiamata sebo: anche in questo caso non si tratta di pus.

I piercing possono tendere ad avere periodi di alti e bassi durante la guarigione sembrando dapprima guariti per poi regredire.
Bisogna cercare di essere pazienti e di tenere la zona sempre pulita durante l’intero periodo di cicatrizzazione anche se il foro sembra guarito prima del
previsto.

Nel corso di guarigione di una ferita, certe complicazioni possono avvenire: non necessariamente significa che hai necessità di rimuovere il piercing.

Se però certe condizioni persistono o peggiorano rivolgiti al nostro studio per una consulenza gratuita e per indicazioni personalizzate:
(Chiedici consiglio se queste sensazioni durano più di 7 giorni)

  • Reagisci male ad un prodotto per la cura del piercing. (Prurito maggiore, bruciori o eruzioni cutanee)
  • Subisci una reazione allergica. (La ferita non guarisce, la senti sempre più disagevole, è umida, sanguina o sviluppa eruzioni attorno alla ferita)
  • Il piercing è molto infiammato.

Tutti i gioielli sono in TITANIO con cristallo Svarowski per ridurre al massimo le percentuali di rigetto. Il materiale utilizzato per i piercing è sterilizzato e completamente monouso.

Listino prezzi

Tutti i prezzi sono comprensivi del gioiello iniziale.

– Lobo  €40,00
– Helix €50,00
– Anti Helix €60,00
– Trago €60,00
– Industrial €90,00


– Nostril €65,00
– Septum €70,00
– Bridge €70,00


– Eyebrown €70,00
– Horizontal Eyebrown €70,00


– Labret (false) €70,00
– Labret (true) €70,00
– Vertical Labret €80,00
– Monroe €70,00
– Medusa €70,00


– Anti Smiley (frunulo inf.) €80,00
– Smiley (frunulo sup.) €80,00


– Cheek €90,00
– Surface €100,00
– Microdermal €80,00
– Dermal €80,00


– Ombelico  €70,00

 

SOSTITUZIONE GIOIELLO €10,00 + costo del gioiello
RIMOZIONE MICRODERMAL € 20,00 / 25,00

 

NOTE:
Per l’esecuzione di piercing su minori è necessaria la presenza di un genitore (o di chi ne ha la patria potestà) munito di documento valido.
Non si eseguono piercing ai lobi a bambini di età inferiore ai 10 anni.
Non si eseguono piercing orali, all’ombelico, surface, dermal e microdermal a minori che non abbiano compiuto i 16 anni.
Non si eseguono piercing alla lingua, ai capezzoli e ai genitali (Allegato 1 circolare 156/5.02.1998 del Ministero della Sanità).

Prenota il tuo piercing

Vuoi prendere appuntamento per un nuovo piercing
o hai solo voglia di chiedere un preventivo?

Scrivici!